“Nuovo regime dei minimi”: ecco in sintesi

Il  "nuovo” regime dei minimi” introdotto dalla cosiddetta Manovra correttiva e che vale a partire dal 1 gennaio 2012, è applicabile a persone fisiche che iniziano un’attività d’impresa o di lavoro autonomo:

  • per il periodo d’imposta in cui è iniziata l’attività e per i 4 successivi;
  • anche oltre il quarto anno successivo e fino all’anno in cui il contribuente compie 35 anni;
  • è applicabile anche da parte dei soggetti che sono già in attività, a condizione che la stessa sia iniziata dopo il 31.12.2007.

Tra i principali aspetti innovativi segnaliamo:

  • il venir meno dell’obbligo della ritenuta sui ricavi/compensi percepiti in qualità di contribuente minimo;
  • la possibilità, per i soli soggetti che hanno perso il lavoro, di applicare il regime anche se l’attività esercitata costituisce una mera prosecuzione di un’altra attività precedente;
  • la possibilità di "passare” al regime anche da parte di coloro che nel periodo 2008-2011, hanno adottato il regime ordinario.