Altre novità per le imprese: un piccolo vademecum

– Aiuto alla crescita economica: a decorrere dal periodo d'imposta in corso al 31.12.11e al fine di incentivare il finanziamento delle imprese con capitale proprio, è introdotta una deduzione dal reddito d'impresa pari al "rendimento nozionale" del nuovo capitale proprio.L'agevolazione in esame presenta molti aspetti in comune con la precedente "DIT".

– Super bollo auto: a decorrere dal 2012  il cosìddetto "superbollo" è dovuto per le autovetture e autoveicoli che superano i 185 Kw nella misura di 20,00 euro per ciascun Kw eccedente i 185; l'art.23 comma 21, DL n.98/2011 ha introdotto una addizionale erariale della tassa automobilistica per le autovetture e autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone con potenza superiore a 225 Kw di ammontare pari a 10, 00 euro per ogni Kw eccedente i 225. 

– A decorrere dal 1° Gennaio 2012 le aliquote contributive degli artigiani e commercianti iscritti alla Gestione IVS sono incrementate dello 0,3 % ogni anno fino a raggiungere la misura del 22%. Mentre è stato disposto l'aumento dell1% dell'aliquota contributiva per gli iscritti alla Gestione Separata INPS; quindi sarà pari al 27,72% per i soggetti non iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie e pari al 18% per gli iscritti ad altre forme di previdenza obbligatorie o titolari di pensione.

– Beni a soci e familiari: la legge 14 Settembre 2011 n.148 ha previsto la tassazione sui beni concessi ai soci ed ai familiari dell'imprenditore qualora il corrispettivo pattuito per il loro godimento sia inferiore al valore che lo stesso avrebbe sul libero mercato. la finalità della nuova disposizione è quella di contrastare il fenomeno delle c.d."intestazioni fittizie" ovvero l'utilizzo dei beni dell'impresa per fini personali e quindi diversi da quelli inerenti l'attività d'impresa a fronte di corrispettivi irrisori. Tale normativa comporterà la tassazione in capo al socio/familiare dell'imprenditore come reddito diverso, l'indeducibilità per l'impresa dei costi relativi al bene concesso in godimento ed inoltre la Comunicazione all'Agenzia delle Entrate dei dati relativi al bene/beni concessi in godimento.

– Aumento limiti liquidazioni trimestrali iva: il nuovo limite delle Prestazioni di servizi è ora di euro 400.00,00 (il vecchio era di euro 309.874,14). Per le altre attività il vecchio limite era di euro 516.456,90, il nuovo limite è di euro 700.00,00

– SRL e SPA introduzione dell'obbligo/possibilità del Sindaco Unico: è ora prevista la nomina di un sindaco unico in luogo del collegio Sindacale. Per le Srl costituisce un obbligo mentre per le Spa una facoltà.

– Agevolazioni per le under 35: ovvero le srl semplificate istituite con 1 euro da parte degli under 35 senza passaggio dal notaio .

Se hai dei dubbi e vuoi approfondire alcune questioni, contatta i nostri Uffici al numero: 041 959405-959197